Stampa
Visite: 1321

LEVERANO,

UNA CITTADINA COME TANTE,

UNA CITTADINA DIVERSA DA TUTTE...

 

 

Cenni storici

Leverano dista circa 20 Km. da Lecce, capoluogo provinciale, e 10 km. dal mare di Porto Cesareo.

Non ci sono notizie e documenti certi circa le origini di Leverano, tuttavia ritrovamenti di frammenti ceramici e strumenti litici all'interno di una grotta a sud-ovest dell'abitato, risalenti al Neolitico, hanno dimostrato che la zona, come tutto il Salento, era senz’altro abitata in epoche remote.

Leverano, secondo l’illustre storico locale Geronimo Marciano (1571-1628), sarebbe stata edificata nel 540 d.c. dai coloni greci superstiti dalla distruzione dei casali di Torricella e Sant'Angelo, operata da Totila nel 538 d.C. Il nome Leverano deriverebbe dalla voce greca "Liburos", che significa luogo umido, essendo stata edificata tra le paludi “per la comodità dell'acqua”. Il territorio, anche perché vicino al mare, venne più volte saccheggiato nel corso degli anni. Dopo le incursioni dei Vandali di Genserico del 456, e dei Goti di Totila del 548 d. C., Leverano subì, nel IX secolo, l'occupazione dei Saraceni, a cui subentrarono i Normanni (sec XI), e poi gli Svevi (XIII sec.). La tradizione vuole che, durante il dominio svevo, sia stato l'imperatore Federico II a munirlo della imponente torre a difesa dell'abitato. Nel 1484 i Veneziani sottomisero diversi paesi, tra cui Leverano. In seguito, Leverano fu protetta da mura e di relativo fossato, costruito nella prima metà del XV secolo da Tristano Chiaromonte, conte di Copertino. Nel 1528 Carlo V d'Asburgo, in lotta con Francesco I re di Francia, consolidò le mura di Leverano e fece erigere torri sparse lungo il litorale e nell'entro terra, destinate alla difesa dai pirati.

Durante l’ultimo conflitto mondiale, Leverano ospitò un aeroporto militare tedesco, sede di un reparto di Caccia, dotato di velivoli tipo Messerschmitt BF 109.Individuato alla ricognizione area alleata, l’aeroporto subì un forte bombardamento da parte di una formazione di 40 bombardieri B24: erano le 12.30 del 23 luglio 1943. Nel bombardamento 15 aerei vennero distrutti e 12danneggiati, con moltissimi morti tra i tedeschi e tra la popolazione civile.

Successivamente, per decisione del Comando Operativo Alleato, Leverano, già sede di Stormo da Bombardamento e Trasporti, divenne, sede di tutto il Gruppo Caccia nell’ agosto ’44, per essere poi abbandonato a causa di un allagamento nell’ottobre successivo. Inoltre, la Scuola Caccia, costruita nel novembre ’43, ebbe la sua prima sede nell’aeroporto di Leverano e qui rimase operativa dal luglio del ’44 ad ottobre ’45, fino al suo trasferimento a Galatina.

 

 

 

 

I MONUMENTI

Nel centro storico si innalza la Torre federiciana(significativo esempio medioevale di ingegneria militare) fatta erigere 1220, per difendere la zona e per avvistare i pirati provenienti dal mare. E' alta circa 28 metri sull’attuale piano stradale, ha forma parallelepipeda a base quadrata, di circa 10 meri di lato. Si conserva molto bene la bella copertura ogivale, con costoloni bicromi, a conci bianchi e scuri alternati ed alcuni camini, tra i quali uno con coppia di capitelli finemente decorati. Il fossato è stato colmato sul finire del XIX sec.

La torre ha i prospetti perfettamente orientati secondo i punti cardinali ed, originariamente, era provvista di merli. All'interno era divisa in quattro piani da impalcati lignei, tipici dell'architettura normanna, collegati da una scala a chiocciola, tuttora ben conservata, che si sviluppa all'interno della muratura, sino all'ultimo piano.

 

La Chiesa Matrice fu iniziata nel 1589, il frontale, con il portale centrale, fu terminato nel 1622, ma un terremoto, nel 1743, ladanneggiò seriamente e fu restaurata nel 1747. L'edificio è sovrastato da due cupole e costituisce un esempio della transizione dal rinascimento al barocco. Quasi tutti gli altari risalgono al XVIII sec.: il più antico è, probabilmente, quello delle Anime.

Nei pressi della Piazza sorge la seicentesca Chiesa di Santa Maria (pregevole l'altare posto sul lato orientale); al centro dell'altare una pala rappresenta la Vergine col Bambino tra due Santi.

Suggestiva l’antica chiesetta di “San Benedetto”, probabilmente quanto rimane di un antico convento di Suore di Clausura benedettine.

Sulla strada per Nardò sorge la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, con attiguo Convento, anticamente dedicata a San Rocco. Risalente alla fine del XV sec., presenta degli elementi tardo-romanici, nonostante la presenza di sovrastrutture barocche

 

 

L’ECONOMIA

Leverano è un importante centro agricolo. Gli estesi vigneti producono vini d'alta qualità, che raggiungono i vari mercati internazionali. Tra la produzione si distingue il Leverano Rosso D.O.C. ed il novello. Una voce importante nell'economia della cittadina è anche quella della floricoltura, che, per la commercializzazione del prodotto, si avvale, anche del "Mercato Comunale dei Fiori". L'olio prodotto è molto apprezzato per la notevole qualità e le caratteristiche organolettiche. La coltivazione degli ortaggi punta, sempre più, sulle primizie e sulle produzioni tardo-autunnali ed invernali, per rispondere alle nuove esigenze di mercato.

La città è gemellata con:

 

 

 



FESTE E APPUNTAMENTI

Note Fiorite

2^ META’DI MAGGIO

La cittadina si "riveste" di colori e di profumi, con i fiori di numerosi produttori floricoli e grazie all'estro e alla fantasia dei fioristi, che presentano le loro composizioni per le vie del centro storico.

 

Tradizionale Fiera delle Ciliegie

4^ DOMENICA DI MAGGIO

Per lungo tempo è stata legata ai festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione.

In concomitanza, si svolge anche la fiera del bestiame, con animali da allevamento e da cortile.

 

Estate Leveranese

LUGLIO - SETTEMBRE

Il ricco programma di musiche, spettacoli teatrali, manifestazioni sportive e film tiene compagnia per tutta l'estate ai cittadini leveranesi ed ai numerosi turisti in vacanza.

 

Festa Patronale di S.Rocco

16 AGOSTO

Il Santo degli appestati diventò Patrono principale di Leverano, probabilmente, nel secondo decennio del secolo XVIII. La devozione popolare si traduce in festeggiamenti religiosi (processione e solenne celebrazione liturgica) e manifestazioni civili caratterizzate da importanti luminarie, concerti bandistici, spettacoli e fuochi pirotecnici.

 

Novello in Festa.

2^ settimana di NOVEMBRE

Leverano si anima di numerosissimi visitatori e degustatori tra un percorso enogastronomico fatto di musica, sapori e tradizioni.

 

 

 

 

 

 

 
Leverano
 
     
Leverano - Stemma
       
   
Stato: bandiera Italia
Regione: Puglia
Provincia: stemma Lecce
Coordinate: 40°17′0″N 18°5′0″E / 40.28333, 18.08333
Altitudine: 37 m s.l.m.
Superficie: 48 km²
Abitanti:
13.981 2004
Densità: 286 ab./km²
Frazioni:  
Comuni contigui: Arnesano, Carmiano, Copertino, Nardò, Veglie
CAP: 73045
Pref. tel: 0832
Codice ISTAT: 075037
Codice catasto: E563
Nome abitanti: leveranesi
Santo patrono: San Rocco
Giorno festivo: 16 agosto
Comune
 
 
 

 

 

 

 
 

INDIRIZZI e NUMERIUTILI

 

-MUNICIPIO via Menotti 14tel. 0832 923411 fax 0832 923419

·Sindaco 0832 923439

·Segretario Generale 0832 923412

·U.R.P. (Uff Relazioni con il Pubblico) 0832 923436

·Cimitero (chiuso martedì) orario: inverno 9-12 15-20;estate 9-12 17-20

·Biblioteca Comunale “Ferruccio Ratta” 0832 911107

 

-POLIZIA MUNICIPALE Via Fermi (villa comunale)tel.0832 925171

-STAZIONE dei CARABINIERI Via Pavese, 25 tel. 0832.910900

-UFFICIO POSTALEvia Turatitel. 0832 910620

-GUARDIA MEDICA Via Menotti tel. 0832 925170

-PRONTOSOCCORSO Ospedale di Copertino 0832930405

-FARMACIE

-Margapoti Dr.Giuseppe via Cesarea tel.0832 925031

-Memmo Dr.Antonia piazza S.Francesco tel.0832 925149

-Negro Dr.Luigi piazza Fontana (Prossima apertura via Garibaldi) tel.0832 923188

 

-PROTEZIONE CIVILEtel. 0832 910910

-CROCE ROSSAVia Veglietel. 0832 911109

-VIGILI del FUOCO (distretto di Veglie)tel. 0832 966107

-GUARDIA MEDICA – CONSULTORIO FAMILIARE Via Menotti tel. 0832 925170

-ACQUEDOTTO – Copertino 0832 930394

-ENEL- n. verde 800 901 055

-METANO – 0832 934454 / 934553

 

-RACCOLTA RIFIUTI (info) 0832 720411-n. verde 800 801 020